Dal rapporto di sintesi “Spreco alimentare: un approccio sistemico per la prevenzione e la riduzione strutturale” di ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale)

SISTEMI ALIMENTARI ECOLOGICI, SOLIDALI, LOCALI E DI PICCOLA SCALA

Considerando solo i rifiuti prodotti, i sistemi alternativi generano meno sprechi. A parità di risorse usate l’agricoltura ecologica di piccola scala produce 2-4 volte meno sprechi dei sistemi agroindustriali e consuma in totale molte meno risorse; essa inoltre è più durevole e fornisce più nutrienti. A scala globale l’agricoltura di piccola scala produce il 70% del totale con il 25% delle terre. I dati disponibili mostrano che: le filiere corte-biologiche-locali riducono gli sprechi pre-consumo al 5% contro il 40% dei sistemi industriali; chi si rifornisce solo in reti alternative spreca un decimo di chi usa solo canali convenzionali; i sistemi di agricoltura supportata da comunità (CSA) riducono gli sprechi al 7% contro il 55% dei sistemi di grande distribuzione. Le prestazioni ambientali e sociali dei sistemi alternativi sono molto più efficaci.

Qui trovi il rapporto di sintesi