La società del benessere comune
La crisi nella quale ci troviamo non inizia con la globalizzazione, ma col neoliberismo inaugurato dalla Tatcher e da Reagan. La crisi conseguente all’esplosione della finanza e del debito è stata il diretto risultato di un’economia che ha concentrato la ricchezza nelle mani di una minoranza sempre più ristretta. Ed oggi che la crisi ambientale si è manifestata in tutta la sua drammaticità, ci è sempre più chiaro che le vecchie terapie espansionistiche proposte da Keynes non sono più applicabili tal quali. Dobbiamo semplicemente inventarci un’altra società e un’altra economia.

Questo libro di Francuccio Gesualdi del “Centro nuovo modello di sviluppo” di Pisa spiega in modo semplice e ben documentato, come siamo arrivati alla attuale situazione di crisi e come uscirne. Lo potete trovare anche al mercato di Vicofaro.